Sport, solo il 15% degli studenti disabili lo pratica

Domani per la giornata nazionale dello sport paralimpico coinvolti 15 mila studenti della Lombardia. L’evento rientra in Reatech, fiera internazionale del mondo della disabilità, a Milano dal 10 al 12 ottobre.

MILANO. Il 10 ottobre è la giornata nazionale dello Sport paralimpico. Il Cip (Comitato italiano paralimpico) apre le porte a 15 mila studenti di tutta Italia, delle scuole di ogni ordine, per far conoscere il mondo dello sport delle persone con disabilità. Solo il 15 per cento degli studenti disabili, infatti, pratica sport. Modena, Città di Castello, Palermo e Cagliari: sono cinque in tutto le città coinvolte nello sforzo di di avvicinare i ragazzi disabili allo sport e di utilizzarlo come strumento per promuovere cultura e sviluppo nel Paese. “Chi guarda gli sport paralimpici non dovrebbe concentrarsi sulla disabilità – spiega l’assessore regionale allo Sport Antonio Rossi – ma abituarsi ad apprezzare la qualità tecnica e i gesti della prestazione. In Italia inoltre solo il 5 per cento dei disabili fa sport, dobbiamo aumentare questa percentuale”.

Alcuni atleti, come Daniele Cassioli, campione di sci nautico, e Giusy Versace, campionessa di atletica hanno voluto far sentire il loro sostegno all’iniziativa: “All’inizio, dopo l’operazione, non avevo nessuna intenzione di fare sport – afferma Giusy Versace, primatista dei 100 metri – poi ho deciso di accettare questa sfida. Eventi come quello dei prossimi tre giorni servono per diffondere conoscenza sul tema e per far avvicinare soprattutto i più giovani allo sport, che rappresenta una terapia per loro”.

Dal 15 ottobre, inoltre, Enel Cuore e Cip, in collaborazione con Unicef, invitano le organizzazioni non profit a presentare proposte di attività sportive e psicomotorie per giovani con disabilità. I progetti verranno valutati e i vincitori riceveranno un finanziamento. Lo scorso anno circa 25 progetti sono stati selezionati dal comitato.

La giornata nazionale paralimpica rientra all’interno di Reatech, la fiera della disabilità al via dal 10 fino al 12 ottobre alla Fiera di Milano. L’evento del 10 ottobre è stata presetata alla sede del Corriere della sera da Luca Pancalli, presidente del Cip, Gianni Valenti, vicedirettore della Gazzetta dello sport, Novella Pellegrini, segretario generale di Enel Cuore, che sostiene il progetto, oltre agli assessori allo sport Antonio Rossi, di Regione Lombardia e Cristina Stancari della Provincia. Presenta al lancio della fiera ci sarà anche Philip Craven, del Comitato internazionale paralimpico, per la prima volta in Italia. Oltre alla presentazione di alcuni libri, come “Storia della disabilità” del nuotatore Matteo Schianchi. Sabato, invece, ci saranno incontri con giovani promesse dello sport come Bebe Vio, che, mutilata a tutti e quattro gli arti, tira di scherma, e sarà accompagnata da Valentina Vezzali. Ci saranno infine molte occasioni per gli studenti della Lombardia di provare diversi sport: arrampicata, basket in carrozzina ma anche ice sledge hockey. (Marcella Vezzoli)

da Redattore Sociale del 09-10-2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...