L’Ascom mette in rete negozi, bar, ristoranti…

PADOVA. L’Ascom mette in rete negozi, bar, ristoranti: “hospitality for all”. Via le barriere, tutte: che siano architettoniche, culturali o alimentari. L’importante è che ci sia accessibilità per tutti. È questo il senso di “Un centro per tutti”, progetto nato per sensibilizzare commercianti, ristoratori e baristi del centro storico sulle opportunità che nascono se il proprio locale è accessibile a tutti e il più possibile “senza impedimenti”, non solo per le persone con disabilità motorie, ma anche per famiglie con bambini e anziani.
«L’iniziativa che già è stata testata con successo nella mia città – spiega Roberto Vitali di Ascom Ferrara – oltre ad andare incontro alle esigenze di disabili, anziani, persone con allergie o mamme con il passeggino, può rivelarsi anche una formidabile occasione di business. Non dobbiamo infatti dimenticare che, solo in Europa, le persone con disabilità sono 124 milioni».
«Ringrazio l’Ascom per il prezioso contributo e per la capacità di innovazione – ha detto invece il sindaco Ivo Rossi -. Migliorare l’accessibilità non è solo un’importante questione di progresso e civiltà, ma è anche un valore commerciale». «Speriamo che i primi negozi che hanno aderito all’iniziativa siano un esempio – ha aggiunto il vicepresidente vicario dell’Ascom Patrizio Bertin -. Vogliamo contribuire a rendere Padova una città europea anche dal punto di vista dell’accessibilità».
Sono una cinquantina le attività che hanno beneficiato di un “rilievo” gratuito del grado di accessibilità del loro punto vendita per eventualmente migliorarlo. Il principio su cui si basa il progetto è che non esiste un’accessibilità per tutti, ma che ciascuna persona con esigenze specifiche deve poter disporre delle informazioni che gli permettano di conoscere in anticipo se in un determinato punto vendita troverà una situazione a lei congeniale o no.
Tutte le caratteristiche delle attività aderenti sono state rese disponibili in una mappa consultabile on-line nel sito http://www.ascompd.com/uncentropertutti.htm ma le informazioni si trovano anche in formato cartaceo nei punti informativi della città che si sono resi disponibili, ovvero: gli sportelli informa handicap, l’ufficio disabilità dell’università, i punti informativi turistici.

da Il Gazzettino del 08-11-2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...