Ovovia, ora si parte domani alle otto viaggio inaugurale

Finalmente entra in funzione il dispositivo per i disabili È costato due milioni di euro dopo modifiche e ritardi.
E mercoledì il via al processo contabile per i costi lievitati.

VENEZIA. Inizierà mercoledì davanti alla Corte dei Conti del Veneto il processo contabile che riguarda la costruzione del ponte di Calatrava e danni e costi impropri da essa provocati e che vede tra gli imputati, oltre ai tre direttori dei lavori, anche lo stesso architetto catalano, citato in giudizio dalla Procura della Corte dei Conti per 3 milioni e 886 mila euro che sarebbero i danni erariali imputabili a carenze progettuali. Nel febbraio di quest’anno un dossier messo a punto dalla Procura Generale della Corte dei Conti cita lo “scivoloso” ponte di Venezia dell’architetto spagnolo Santiago Calatrava, per il quale la Corte ha riscontrato “comportamenti colpevoli del progettista e del direttore dei lavori”. Ma il grande architetto sicuramente non si presenterà in giudizio.
di Enrico Tantucci E venne il giorno dell’ovovia in funzione sul ponte di Calatrava (o della Costituzione). Dopo una serie infinita di ritardi, modifiche, collaudi e una lievitazione dei costi che ha portato il costo complessivo del dispositivo vicino ai 2 milioni di euro, da domani alle 8 entrerà finalmente in funzione la struttura per il trasporto dei disabili e delle persone con problemi di mobilità agganciata al ponte, che consentirà in circa 7 minuti di raggiungere Piazzale Roma dalla Ferrovia o viceversa. In questi giorni i tecnici hanno eseguito le ultime prove per valutare che le ultime modifiche richieste dalla commissione Ustif (Ufficio Speciale Trasporti Impianti Fissi) fossero state attuate e hanno dato il via libera per l’entrata in esercizio. L’ovovia funzionerà appunto dalle 8 del mattino alle 22 (dalle 9.30 alle 20 nei giorni festivi) e sarà azionata a distanza dal personale di Avm – l’Azienda veneziana per la mobilità – che prestano servizio per il funzionamento del people-mover. Chi vorrà utilizzare il dispositivo di trasporto agevolato dovrà spingere il bottone di un videocitofono collegato con il personale di Avm, che, verificato al video che il richiedente sia effettivamente impossibilitato a oltrepassare il ponte di Calatrava in altro modo, azionerà l’ovovia. Fissati limiti precisi per il suo utilizzo: potranno servirsene appunto disabili (anche con accompagnatore, anziani con problemi di mobilità, donne in avanzato stato di gravidanza o con passeggini. Ma non potranno certo farne uso turisti carichi di valigie o persone con le borse della spesa. Avm e Comune effettueranno un monitoraggio di sei mesi sul funzionamento effettivo del dispositivo, ma potranno intervenire anche prima – in caso di necessità – per eventuali modifiche. L’ovovia, che può portare al massimo due persone, è dotata di una scocca su cui prenderanno posto i passeggeri, di una parte trasparente per la visione esterna e di una cupola resistente in fibra di carbonio. Saliti a bordo, dopo aver azionato il tasto start, le porte si chiudono, la cabina viene sollevata da suolo da un elevatore e depositata sulla slitta traslante che si avvia verso l’altro capo del ponte. Quando arriva a fine corsa, si ripete la manovra di scambio in senso inverso e i passeggeri possono scendere attraverso una rampa che raccorda l’ascensore alla pavimentazione. Previsto anche un piano di comunicazione per informare cittadini e turisti sull’uso del nuovo mezzo di trasporto. Per sei mesi la manutenzione dell’ovovia sarà a carico del Comune, poi passerà ad Avm. Un battesimo del fuoco da domani per l’ovovia, per valutarne, effettivamente, utilità e funzionalità.

da La Nuova Venezia del 10-11-2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...