Tutti nel container per capire i problemi che vivono i disabili

Il container si trova in Piazza Santo Spirito fino a giovedì ed è una struttura delle dimensioni di circa 15 metri quadrati, al cui interno si può ammirare una documentazione fotografica, fatta di immagini e di vignette che mettono a confronto il visitatore con il tema della mobilità con e senza barriere. All’aperto, a fianco del container, si può provare un percorso costellato di barriere architettoniche, tra le più diffuse sulle nostre strade e nei nostri edifici. E lo si può fare mettendosi nei panni di una persona in carrozzella o ipovedente.

BRESSANONE. Cimentarsi in un percorso ad ostacoli che simula molte delle difficoltà che ogni giorno un disabile deve affrontare. Questo in sintesi il progetto “Artcontainer senza barriere” inaugurato sabato in Piazza Santo Spirito, a Bressanone, che ha permesso, a quanti intendevano farlo, nonostante la pioggia incessante, di mettersi nei panni, anche solo per poco, di un disabile. E potranno essere ancora molti quelli che, se vorranno, potranno testare il container visto che, fino a giovedì, resterà in Piazza Santo Spirito a Bressanone, aperto dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 16, dopodiché concluderà il suo viaggio di sensibilizzazione. Questa brillante idea è nata da un affiatato gruppo di lavoro composto anche da disabili e da persone che vivono in prima persona queste problematiche. Progetto che poi ha avuto la preziosa collaborazione della Fondazione Vital, l’ordine degli architetti, il Kve, la cooperativa sociale Independent L, il centro ciechi San Raffaele, la Federazione provinciale per il sociale e la sanità e l’ufficio provinciale persone con disabilità. L’obiettivo dell’iniziativa consiste nel creare nei cittadini una maggiore consapevolezza per il tema della mobilità senza barriere che oggi giorno passa sempre più spesso in secondo piano. Sabato, nonostante il meteo non proprio favorevole, in Piazza si sono riversati tanti curiosi che hanno deciso di toccare con mano le difficoltà che ogni giorno prova una disabile. Tanti anche i giovani facenti parte delle scuole della città che con i propri istituti hanno organizzato un concorso parallelo, a cui sono seguite delle premiazioni. E anche l’assessore Elda Letrari e Christine Psaier, referente per le persone portatrici di handicap alla Comunità Comprensoriale Valle Isarco hanno provato a sedersi sulla sedia a rotelle ed ha affrontato quello che all’apparenza può sembrare un percorso ad ostacoli, ma che, in realtà, risulta essere quello che tutti i giorni deve affrontare un disabile: e quindi barriere architettoniche, strade sopraelevate e scalini. L’assessore ha quindi invitato altri a cimentarsi con questa importante esperienza ricordando che il motto dell’iniziativa è «Sperimentare personalmente e a contatto diretto con il problema». «Dal sindaco all’alunno delle scuole medie, fino al singolo cittadino – ha detto Elda Latrari – partecipare a questa esperienza può essere davvero importante perché sensibilizza e può servire ad aumentare la coscienza sociale». Il contanier, infatti, da a chiunque intenda entrarvici la possibilità di affrontare un problema con barriere su una sedia a rotelle, con le stampelle o con gli occhi completamente bendati. Ma oltre a questa iniziativa, sono altre le azioni in programma fino al 14 novembre in piazza Santo Spirito, come lo spettacolo teatrale svoltosi venerdì scorso da una compagnia teatrale disabile al Forum di Bressanone o proprio come il concorso per le scuole legato alla manifestazione. Il Container ha iniziato il suo viaggio a marzo toccando tutte le località dell’Alto Adige, e a Bressanone chiuderà il suo tragitto. L’assessore Letrari invita tutti i cittadini, almeno per una volta, a toccare con mano questa realtà che troppo spesso passa in secondo piano agli occhi della popolazione.

di Fabio De Villa

da Alto Adige del 11-11-2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...