Lo sguardo dei media sulla comunità sorda, Claudio Ferrara a ”I Venerdì del Pendola” – videonotizia in LIS

Venerdì 22 novembre alle 15.30, secondo appuntamento del calendario promosso da Mason Perkins Deafness Fund con il patrocinio della Provincia di Siena, dell’Asp “Città di Siena” e dell’Ens – Sezione Provinciale di Siena. Al centro dell’appuntamento, una panoramica su film, corti e serie TV per riflettere sul modo in cui la comunità sorda è rappresentata dai media

SIENA. Uno sguardo panoramico sulla comunità sorda attraverso film, corti e serie TV per riflettere sul modo in cui le persone sorde sono rappresentate dai media.
E’ quello al centro del secondo appuntamento con “I Venerdì del Pendola”, calendario promosso da Mason Perkins Deafness Fund con il patrocinio della Provincia di Siena, dell’Asp “Città di Siena” e dell’Ens – Sezione Provinciale di Siena.
Protagonista dell’incontro, in programma venerdì 22 novembre dalle 15.30 alle 17.30 (via Tommaso Pendola, 37, Siena – ingresso libero), sarà Claudio Ferrara, formatore, che proporrà una riflessione sulle modalità con cui la televisione e, in generale, i media trattano il tema della sordità.
Tra i principali elementi di criticità, Ferrara evidenzia il fatto che spesso i mezzi di comunicazione si riferiscano alle persone sorde utilizzando una terminologia non adeguata – “sordomuto” o “non udente” anziché “sordo” oppure “linguaggio dei segni” anziché “lingua dei segni” – oppure tendano a porre un’enfasi eccessiva sulla sordità quando un fatto di cronaca ha per protagonista una persona sorda.
Dal punto di vista delle tematiche affrontate, se negli ultimi 10-15 anni l’interesse dei media tendeva a concentrarsi sull’ambito medico-scientifico, presentando nuove scoperte come gli impianti cocleari, oggi si registra una maggiore attenzione per gli aspetti sociali come l’integrazione nelle scuole (bilinguismo), il riconoscimento della lingua dei segni, la specificità linguistica e culturale della comunità sorda.

Nel corso della sua presentazione, Ferrara illustrerà alcune esperienze positive in questo senso per mostrare come un film, un cortometraggio o una serie televisiva possano giocare un ruolo fondamentale nel contribuire a diffondere un’informazione corretta e completa sulla comunità sorda.
Quello con Claudio Ferrara è il secondo dei 14 incontri con esperti nel campo della cultura sorda e dell’educazione in calendario per “I Venerdì del Pendola”, che dopo l’esperienza positiva della prima stagione torna con una formula arricchita grazie alla collaborazione tra le aree “Lingua e cultura” e “Educazione” di Mason Perkins Deafness Fund: fino a maggio 2014, sono in programma 7 incontri dedicati alla cultura sorda e 7 appuntamenti pensati per approfondire esperienze educative di istituti scolastici che operano in un’ottica di bilinguismo a livello sia nazionale che internazionale. L’obiettivo è quello di aprire uno spazio di condivisione di idee, esperienze e buone pratiche per stimolare una riflessione sulla sordità che spazi dalla formazione, alla cultura, alla lingua, alle opportunità professionali e che investa sia la comunità sorda che quella udente, diventando così elemento di conoscenza reciproca e integrazione.
Ogni mese, il venerdì dalle 15.30 alle 17.30, si alterneranno, con cadenza quindicinale, un incontro sulla cultura sorda e uno dedicato all’educazione.

Dopo l’incontro con Claudio Ferrara, “I Venerdì del Pendola” torneranno venerdì 6 dicembre: l’appuntamento è con le esperienze educative di Maria Letizia Florio, insegnante dell’area espressivo-linguistica, Federica Vitali, insegnante di sostegno e Genny Conte, interprete Lis, che nella presentazione dal titolo “Istruzione accessibile: le tante sfumature di un bilinguismo speciale” illustreranno il progetto di bilinguismo attivo dal 2006 all’Istituto “G. Santini” di Noventa Padovana per favorire una piena inclusione scolastica degli alunni sordi.
Tutti gli incontri, ad ingresso libero e gratuito, si tengono presso la sede di Mason Perkins Deafness Fund, in via Tommaso Pendola, 37, a Siena, dalle 15.30 alle 17.30. Per garantire la piena accessibilità, ad ogni appuntamento sarà fornito un servizio di interpretariato Lis-italiano.
Al termine di ciascun incontro, sarà possibile partecipare al buffet organizzato dall’Ens – Sezione Provinciale di Siena: per prenotazioni, inviare una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o un fax allo 0577.40 501.

Per maggiori informazioni, http://www.mpdfonlus.com, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La video-notizia in Lis

SienaFree.it del 20-11-2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...