Basta barriere architettoniche “E’una battaglia di civilta’”

SONDRIO. «Le barriere architettoniche sono frutto di scelte sbagliate o parzialmente sbagliate. Facciamo in modo che, almeno nelle nuove costruzioni, le scelte siano corrette». Walter Fumasoni, presidente di Tecnici senza barriere, ha lanciato questo appello ieri nella sala del consiglio della Provincia di Sondrio alla presentazione di Valtellinaccessibile, il progetto concreto che, attraverso una serie di servizi, intende diffondere la cultura dell’accessibilità in provincia. Tre le associazioni promotrici: Tecnici senza barriere, Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare) e Anmic (Associazione nazionale mutilati e invalidi civili) il cui obiettivo è quello di abbattere quante più barriere possibili, siano esse architettoniche o di integrazione, offrendo pari opportunità a tutte le persone diversamente abili che vivono in Valtellina e migliorando in modo concreto la loro vita. Ma come? Innanzitutto offrendo una consulenza gratuita per l’eliminazione delle barriere architettoniche nelle proprie case, uffici, negozi, per capire come fare determinati interventi nelle strutture pubbliche e private attraverso il sito internet http://www.valtellinaccessibile.it. L’iniziativa, che il presidente della Provincia Massimo Sertori, ha definito una «battaglia di civiltà», deve essere fra le priorità di un’amministrazione pubblica: «Sono 60 gli edifici scolastici delle scuole superiori di proprietà della Provincia – ha detto Sertori – nei quali ogni anno la Provincia investe 2 milioni di euro per adeguamento normativo e per abbattimento delle barriere». Al pubblico, ma anche al privato e alle associazioni è rivolto il progetto Valtellinaccessibile, come ha detto Fumasoni. «Abbiamo elaborato un metodo che non costa nulla: cerchiamo di fare in modo di non creare nuove barriere per spendere soldi per poi eliminarle. Progettiamo in sostanza l’accessibilità delle case in maniera gratuita, espletando le pratiche edilizie e le richieste agli enti. Abbiamo una ventina di chiamate al mese. Il nostro obiettivo si può riassumere in questo motto: vivere la propria casa e vivere la propria città». Momento importante della mattina è stato quello della firma della convenzione che unisce le tre associazioni promotrici con le associazioni di categoria, ieri rappresentate da Elisa Lisignoli (vicepresidente Confindustria), Renato Vergottini (vicepresidente Confartigianato) e Loretta Credaro (vicepresidente vicario Confcommercio). Tutti e tre hanno ringraziato Valtellinaccessibile che – gratuitamente – mette a disposizione le proprie competenze per adeguare le strutture, hanno promesso il proprio appoggio e annunciato la pubblicazione del link del sito sui portali delle associazioni di categoria.

da La Provincia di Sondrio del 01-12-2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...