Lo sci senza barriere

ALPE LUSIA. Portare i disabili sulle piste da sci, facendo conoscere le molteplici possibilità di praticare le attività sportive invernali – dallo snowboard allo sci alpino – grazie alle innovative attrezzature pensate specificatamente per superare disabilità fisiche, intellettive e sensoriali. Lo propone, in due giorni di lezioni gratuite organizzate nel prossimo fine settimana, il Collegio dei maestri di sci dell’Accademia della montagna che, in collaborazione con l’associazione SportAbili Onlus, ha allestito due punti di formazione e avvicinamento allo sport presso gli impianti di Andalo e di Bellamonte, Alpe Lusia. L’iniziativa, rivolta a tutte le persone con disabilità, si propone di coinvolgere gli oltre 150 maestri di sci abilitati all’impiego delle attrezzature di ultima generazione in grado di rendere le piste da sci accessibili proprio ha spiegato il presidente del collegio dei maestri di sci Marco Panizza – di un’occasione importante per avvicinare le persone diversamente abili ad attività, come lo sci alpino o lo snowboard, sulla neve. Grazie alla partecipazione dei maestri di sci abilitati presso il collegio e di numerosi volontari, offriamo l’opportunità di testare attrezzature nuove, in grado di agevolare la pratica per chi non può reggersi in piedi autonomamente oppure per chi ha disabilità psichiche e sensoriali».
La manifestazione sulla neve si inserisce all’interno del progetto «Montagna accessibile» dell’accademia, che ha portato alla certificazione di accessibilità per i Mondiali di sci nordico delle piste della val di Fiemme, le prime al Mondo ad ottenere un simile riconoscimento, e intende sensibilizzare amministrazione pubblica e società gestrici degli impianti per una maggiore considerazione dei bisogni dei disabili nelle strutture sciistiche.
Oltre ai più diffusi monosci e «dualski», che da diversi anni permettono ai paraplegici di praticare l’attività sciistica, nel corso dell’evento verrà presentato per la prima volta in Trentino il Bass (Borney adapter snowboard system). Dal punto di vista pratico, il dispositivo, ideato da un maestro di sci italiano, consente al disabile di stare in piedi, opportunamente assicurato con un imbrago, su una comune tavola da discesa, praticando lo snowboard in tandem con un esperto. Lo strumento, donato dal collegio all’associazione SportAbili, rappresenta un’innovazione significativa nell’avvicinamento dei paraplegici agli sport invernali.
Per le giornate di lezioni gratuite, fissate per sabato 14 e domenica 15 dicembre, sono previste due località, Andalo e Bellamonte, distinte in relazione alla specialità insegnata: da una parte lo «standing» (ovvero lo sci per chi può reggersi in piedi), dall’altra il «sitting», dedicato a chi necessita di ausili tecnici. Per partecipare è necessario accreditarsi: 0461/58 53 53 (Andalo) e 0462/50 19 99 (Bellamonte).

di lorenzo Basso

da L’Adige del 11-12-2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...