Turismo accessibile, ci sono anche gli anziani

L’Accessibilty Pass, il sistema di certificazione globale che classifica il livello di accessibilità degli hotel di tutto il mondo, d’ora in avanti, includerà anche criteri relativi alle esigenze degli anziani.

L’Accessibilty Pass, il sistema di certificazione globale che classifica il livello di accessibilità degli hotel di tutto il mondo, d’ora in avanti, includerà anche criteri relativi alle esigenze degli anziani. L’integrazione relativa ai bisogni degli over-65 deriva dalla constatazione, ormai sempre più palese, del crescente peso che questa categoria di cittadini ha all’interno della società contemporanea. Il turismo accessibile, nella sola Europa si stima raggiunga un numero di utenti pari a 130 milioni di persone. E non si tratta solo di disabili dalla nascita, ma anche di anziani, donne incinte, famiglie con bambini piccoli, persone con problemi cronici di salute o con handicap temporanei. Un grande risultato ottenuto soprattutto grazie all’impegno profuso dall’associazione greca 50plus Hellas. Che grazie alle sue conoscenze e competenze nel campo della difesa dei diritti della popolazione anziana ha permesso la realizzazione di questo obiettivo.

da SuperAbile.it del 10-01-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...