Rimosse le barriere architettoniche

ALBENGA. È iniziato dal lungomare Doria l’abbattimento di cinquanta barriere architettoniche, uno degli ultimi interventi finanziati dalla precedente amministrazione. Lo scorso ottobre, la giunta dell’ex sindaco Rosy Guarnieri aveva stanziato quarantamila euro per rimuovere gli ostacoli insormontabili per le carrozzine. E, sempre per quanto riguarda i portatori di handicap, il Comune ha modificato il controverso regolamento per l’accesso nel centro storico, varato dalla vecchia maggioranza di centrodestra.

Adesso i diversamente abili possono entrare nella città vecchia sui veicoli motorizzati, ma con una sosta massima di un’ora, regolata da disco orario. In precedenza, l’ingresso nel quadrilatero romano era vietato per gli handicappati, che potevano parcheggiare negli stalli gialli creati appositamente dalla polizia municipale accanto alle mura medievali. Le proteste di numerosi disabili hanno convinto palazzo civico a modificare le regole, per facilitare il raggiungimento degli ambulatori medici situati nel cuore di Albenga.

Nei giorni scorsi, gli operai hanno cominciato a demolire i gradini tra la passeggiata e il lungomare Doria, nella zona a levante del fronte mare albenganese. L’operazione porterà alla creazione di scivoli per favorire il passaggio delle sedie a rotelle dal tracciato stradale al percorso pedonale. Il cantiere è il primo passo del programma di lavori richiesto l’anno scorso dalla consulta dei disabili e reso noto attraverso la mostra fotografica «Tutta nostra la città?». L’esposizione ha raccolto tutte le situazioni di difficoltà per le persone affette da problemi motori.

Lo scorso autunno, appena un mese prima della caduta della giunta, gli ex assessori Bruno Robello De Filippis ed Eraldo Ciangherotti avevano presentato il piano di interventi sul territorio cittadino. Vadino sarà il quartiere più interessato dai cantieri per la rimozione delle barriere. Diciotto interventi riguarderanno via Piave, tre via Libero Emidio Viveri e uno via Filiberto Romagnoli.

Un’altra zona off-limits per le persone con disabilità è via dei Mille, dove il Comune ha progettato otto modifiche ai marciapiedi per diminuire i disagi. Altri due gradini saranno rimossi dall’amministrazione in piazza Matteotti, davanti alla stazione ferroviaria, tre sul lungo Centa Croce Bianca e uno in via Vecchia Morella.

Nella zona mare saranno ritoccati i percorsi pedonali anche sul lungomare Colombo, in viale Italia e in piazza Europa. In via Papa Giovanni saranno sei i punti dove le ruspe spianeranno il passaggio per le carrozzine. Le ultime due opere di sistemazione vedranno la luce in via Dalmazia.

da La Stampa del 25-01-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...