Torino + Cultura Accessibile: una Petizione Online per rendere accessibili cinema e teatri

“La cultura è uno strumento reale di miglioramento della vita e d’inclusione sociale. Un bene comune cui tutti devono poter accedere.”

Così inizia la petizione online che da qualche mese stiamo vedendo circolare sulla rete.

Il punto da cui parte è la pagina Facebook di Torino + Cultura Accessibile.

Il punto a cui vuole arrivare è la coscienza dei cittadini italiani, di chi produce e gestisce i luoghi della cultura, del mondo politico e istituzionale.

Affinché si possa finalmente segnare un CAMBIO DI PASSO nel modo di fare cultura. Nel modo di intenderla, produrla e gestirla. In un’ottica volta a garantire la piena inclusione e partecipazione alle attività culturali di tutti e di ciascuno, indipendentemente dalle specifiche esigenze e abilità.

Torino + Cultura Accessibile  è un’iniziativa ideata e realizzata dalla Fondazione Carlo Molo Onlus (con il sostegno di Regione Piemonte, Città e Provincia di Torino) e rivolta al pubblico con deficit uditivi e visivi.

Il suo grande obiettivo non è tanto la creazione di forme particolari di spettacolo per  le persone con disabilità sensoriale quanto la resa accessibile della programmazione culturale in essere, e nello specifico degli spettacoli cinematografici e teatrali

Le sue iniziative stanno dimostrando che inclusione e resa accessibile sono possibili, poiché l’intervento economico non è sostanziale, e le modifiche alle strutture tecniche delle sale non così ostative.

Molte sono state fino ad ora le grandi istituzioni culturali che hanno accolto il progetto dando il loro contributo di accessibilità: dal TFF – Torino Film Festival, al Museo Nazionale del Cinema, al Sottodiciotto Film Festival.

L’11 febbraio sarà la volta del Teatro Stabile, che ha deciso di rendere accessibile uno degli spettacoli presenti all’interno del suo cartellone ufficiale: Gli Innamorati, di Goldoni.

Tutto questo anche grazie al ruolo di punta ricoperto dalle associazioni APRI, APIC, CPD, ENS Consiglio Regionale del Piemonte, Tedacà, Fondazione Istituto dei Sordi di Torino, FIADDA Piemonte, FISH, Tactile Vision Onlus, IsITT, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – UICI, ASPHI, che potranno essere in futuro imprescindibile riferimento per ottimizzare le diverse problematiche tecniche e non solo.

Torino + Cultura Accessibile  apre un nuovo corso che ci auguriamo possa arricchirsi in futuro di altre escursioni nel mondo dell’arte e dello spettacolo mantenendo la finalità di base che è quella di prevedere e stimolare la resa accessibile come “pratica quotidiana” del fare arte.

a cura di Chiara Cusani

per accessibil/mente/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...