Treviglio accessibile Colpo duro alle barriere. “Ora la sfida e’ la piscina”

Treviglio città sempre più accessibile, soprattutto ai disabili che attraverso la fattiva collaborazione con l’amministrazione comunale sono riusciti a far eliminare gran parte delle barriere architettoniche esistenti.

TREVIGLIO. I punti insormontabili per non vedenti e soggetti con disabilità motoria sono quasi un lontano ricordo grazie alla puntuale mappatura effettuata dai referenti delle due realtà associative «Come noi» e «Oltre l’orizzonte» che evidenzia la lenta sparizione dei luoghi considerati inaccessibili. La mappa, visibile su Google alla voce «Treviglio accessibile a tutti», evidenzia ancora la presenza di una ventina di punti critici segnati dal bollino rosso, una ventina quelli caratterizzati dal verde e quindi accessibili e cinque quelli di colore giallo per i quali sono in corso i lavori di sistemazione. «È la dimostrazione di come il Comune continui nella sua opera per rendere la città fruibile anche a chi ha disabilità – ha spiegato Nicola Paolella del comitato «Come noi» – e rivolga particolare attenzione a chi è diversamente abile. Una sensibilità dimostrata anche in virtù dell’impegno che ci siamo presi già cinque anni fa, andando a rilevare i punti critici ed evidenziarli all’amministrazione comunale. Il progetto di una città accessibile continua anche a garanzia di anziani e altre tipologie di cittadini». Il Comune, nel predisporre il bilancio 2014, ha tenuto conto anche di questi particolari aspetti, come spiegato dall’assessore ai Lavori pubblici, Basilio Mangano: «Ci siamo consultati con le associazioni cittadine che seguono le varie disabilità ed è emersa la necessità di intervenire al più presto per garantire la percorrenza in due incroci cittadini e lungo diverso marciapiedi all’interno della prima circonvallazione». E così la priorità è caduta sull’incrocio semaforico delle vie Crippa e XX Settembre dove sarà sistemato il fondo stradale e predisposti i semafori per consentire al disabile in carrozzina la chiamata per l’attraversamento e al non vedente di muoversi grazie al segnalatore acustico. Accorgimenti che ora mancano e verranno predisposti anche nel secondo incrocio più gettonato e considerato difficile da superare: quello lungo via Bergamo, all’incrocio con via ai Malgari che porta al centro sportivo comunale. Gonaria Congiu, presidente dell’associazione «Come noi», ha evidenziato: «L’attenzione rivolta dal Comune alle nostre esigenze è costante e puntuale. Vogliamo che Treviglio diventi la città accessibile per eccellenza e la piscina ne è anche l’emblema: ci vorrà del tempo ma è un’idea che culliamo anche attraverso l’impegno di tanti volontari, ma soprattutto con l’inoltro di specifiche indicazioni all’amministrazione comunale. Di fatto parecchi marciapiedi sono ora percorribili e questa per noi è una vittoria». Il Comune provvederà anche ad asfaltare un chilometro di marciapiedi lungo i tratti di una decina di vie situate nella prima circonvallazione. «Nell’ambito di questi interventi – ha concluso Paolella – rientra anche la sistemazione segnaletica degli stalli per la sosta auto dei disabili, che nel rispetto delle normative internazionali non saranno più di colore giallo ma azzurro, con logo bianco». L’occhio di riguardo ai parcheggi per disabili è già stata largamente dimostrata; la città offre uno stallo ogni 30 parcheggi, quando la norma stabilisce che indicativamente sia presente ogni cinquanta posti auto.

di Fabrizio Boschi

da L’Eco di Bergamo del 05-02-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...