La lingua dei segni si impara a scuola

PORDENONE. La lingua dei segni entra nelle scuole e la prima a introdurla nei curriculum è l’istituto “Flora”, che a inizio mese ha avviato un percorso mirato all’indirizzo Socio-sanitario, anticipando la presa di posizione ministeriale che ha dato il là all’introduzione nelle scuole della lingua dei segni per favorire processi di integrazione. Interessate da questa sperimentazione, alcune classi terze e una quinta che seguirà lezioni extracurriculari nel pomeriggio. «Gli studenti – ha spiegato la dirigente, Paola Stufferi – sono entusiasti poiché effettuano un percorso gratuito tenuto da un docente esperto specializzato. Il prossimo anno estenderemo la sperimentazione all’indirizzo turistico, poiché è probabile che i ragazzi, future guide turistiche, interagiscano con persone sordo-mute. Il percorso ha risvolti pratici, favorisce operatori per un turismo inclusivo». La lingua dei segni per essere imparata necessita di diverse esercitazioni e dell’intervento di esperti in grado di spiegare le varianti linguistiche e tutte le eccezioni. (sc)

da Il Gazzettino del 19-02-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...