Barriere architettoniche Il segnale acustico che aiuta i disabili

GARDA. La Regione Veneto confida nella buona volontà dei cittadini. E’ di questi giorni la delibera di giunta regionale dell’assessore alle politiche sociali, Remo Sernagiotto, dal titolo «Welfare Community». «Con questo progetto abbiamo pensato di installare nei parcheggi per disabili una strumentazione che viene attivata con il cellulare -spiega l’assessore – la quale emette un segnale acustico per avvisare il passante che a bordo dell’auto c’è una persona con disabilità che ha bisogno di essere aiutata a scaricare la carrozzina a rotelle. Un semplice gesto di pochi minuti che consentirà al disabile di non avere l’accompagnatore solo per la necessità di tirare giù la carrozzella dall’auto». Il progetto verrà attivato su tutte e sette le province venete e verranno scelti 45 comuni campione che hanno il maggior numero di abitanti tra quelli che ne faranno richiesta. E’ quanto annunciato da Sernagiotto nel corso del convegno svoltosi a Garda l’altro giorno sul tema «Il lago senza barriere». Un incontro pubblico per dibattere sulle opportunità di finanziamento a livello europeo in tema di accessibilità in ambito urbano, turistico e culturale, a cui hanno partecipato anche l’assessore regionale al Turismo, Marino Finozzi, l’assessore del Comune di Verona, Anna Leso, il vicepresidente della commissione Cultura del Parlamento europeo, Lorenzo Fontana, il commissario all’abbattimento delle barriere architettoniche, Giuseppe Righetti e vari tecnici regionali ed europei. Sernagiotto ha anche spiegato che il Veneto ha fatto una legge con cui ha stanzia 500mila euro per la messa a disposizione di un motoscafo a Venezia, che può essere prenotato gratuitamente dal disabile per girare nella città sull’acqua. Ed anche Anna Leso, a margine, ha illustrato il progetto per la città scaligera: «Verona per Tutti», il nome del lavoro svolto in collaborazione con l’associazione Dismappa. «Stiamo già stampando una mappa di Verona -ha spiegato Leso- in cui sono indicati tutti i percorsi turistici e culturali della città e quelli che sono accessibili ai disabili hanno accanto un logo che li segnala». Finozzi, invece, punta sui fondi Fas: «Dieci milioni che metterò a disposizione dei Comuni per l’abbattimento delle barriere architettoniche – promette -. Un progetto che ho concordato proprio in questi giorni anche con l’Università di Venezia, che dovrà attivare un corso di formazione per architetti, proprio sull’accessibilità dei territori». In Europa, hanno sottolineato i relatori: «Ci sono 70 miliardi previsti per il 2014-2020, di cui il 20% per l’inclusione sociale, quindi ci saranno tanti soldi anche per il Turismo sostenibile: parte di questi fondi europei li possiamo destinare al lago di Garda, che potrebbe divenire così il luogo simbolo a valenza europea».

di Annamaria Schiano

da Corriere del Veneto del 23-02-2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...