Il Signore a Rotelle – disabilità e barriere architettoniche, l’ostacolo è culturale

ROMA. Il Signore a Rotelle è in arrivo… debutterà il prossimo 29 marzo a Roma lo spettacolo teatrale tratto dal libro Autobiografico Troppe Scale di Attilio Spaccarelli – figlio dell’attrice Lianella Carell, la protagonista di Ladri di biciclette di V. De Sica – che da decenni convive con la Sclerosi Multipla.

Un’autoproduzione dell’Associazione Culturale ItinerArte nata dall’iniziale idea di proporre una lettura drammatizzata del libro e che via via è cresciuta di spessore, nelle forme e nei contenuti.

Lo spettacolo è stato infatti realizzato all’interno di un contenitore più ampio – il “Progetto Spacca” – in cui in maniera spontanea e volontaria, i professionisti e gli allievi dei corsi di ItinerArte – Teatro, Fotografia, Scrittura Creativa e Fumetto – si sono adoperati, come cittadinanza attiva, per chiedere l’abolizione di ogni ostacolo che limiti il normale svolgersi della vita di una persona sulla sedia a rotelle.

La volontà di dare un respiro più ampio a queste tematiche ha fatto sì che altri artisti ed altre forme espressive entrassero nel progetto, permettendo di realizzare un vero e proprio spettacolo-evento: alla messa in scena teatrale saranno affiancate proiezioni video, interviste radio in diretta – curate da Radio Poddjo – una mostra fotografica – curata dall’Associazione Dark&Light…. e altre sorprese ancora!

La forza e la peculiarità di questo gruppo di lavoro è infatti proprio la sua eterogeneità: architetti, studenti, psicologi, ingegneri, impiegati, avvocati, informatici e tanta svariata umanità, affiancati da attori, musicisti, fotografi, video maker e speaker mostrano senza ipocrisia, che le barriere architettoniche sono prima di tutto mentali. Valore aggiunto e significativo è il fatto che nessuna delle persone coinvolte nel progetto ha famigliarità con la disabilità, ma vestire i panni di Attilio sulla scena ha donato loro una nuova e preziosa consapevolezza.

Le storie raccontate, prendendo vita dalla quotidianità nuda e cruda, hanno un taglio ironico e grottesco, che è la cifra stilistica dettata dallo stesso autore di Troppe Scale. Attilio, autore e protagonista del libro da cui è tratto lo spettacolo, sulla scena si moltiplica in più “Attilii” per raccontare le disavventure di ogni persona che si scontri con le barriere culturali della nostra società, mostrando che in fin dei conti ognuno di noi può essere Attilio… o almeno può provare a mettersi nei panni del Signore a Rotelle!

L’evento è stato realizzato grazie al sostegno di numerosi partner e collaboratori, che hanno contributo al progetto ciascuno secondo le proprie disponibilità e abilità. ItinerArte ringrazia in particolare: le Associazioni MEssaggi e Dark&Light, Radio Poddjo, Roma Capitale ed in particolare il Municipio VII, la Croce Rossa Italiana, Fisiomet, il Soroptimist Club Roma Tre, Officina 06, l’Anmic, il Teatro Betti, il Centro D’Ambra, Geff Rock Band e Buffi Bistrot.

Il Signore a Rotelle
Spettacolo-evento tratto dal libroTroppe Scale di Attilio Spaccarelli
Regia di Lisa Colosimo e Stefania Papirio

Con Gli Spaccattori
la partecipazione straordinaria di Pino Caruso
e l’amichevole partecipazione di Sergio Pirilli – letture e Angelo Tantillo – nel ruolo dell’Uomo cruciverba
musica dal vivo: Simone Martini

Sabato 29 marzo 2014 ore 20.30 e Domenica 30 marzo ore 17:30

Teatro Gianelli Via S. Antonio Maria Gianelli, 34 00182 – Roma

ingresso libero
Prenotazione obbligatoria al n° 349.49.84.756 (Giulia)

da Roma Notizie.it del 28-03-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...