Etichetta in braille per rilancio Cantina Samugheo

Un rosso Igt (Indicazione geografica tipica) da 14 gradi ed una etichetta col nome e l’annata del vino anche in caratteri Braille. La Cantina sociale di Samugheo sceglie la strada della qualità e della sensibilità sociale per il rilancio dell’attività interrotta venti anni fa. Il rosso, prodotto per ora in quattromila bottiglie, si chiama Samak, che poi è l’antico nome fenicio di Samugheo. L’iniziativa è stata illustrata dal presidente della Cantina, Antonio Maria Cocco, e dal sindaco di Samugheo, Antonello Demelas, in una conferenza stampa alla quale ha partecipato anche il presidente dell’Unione Ciechi di Oristano, Aldo Zaru, che ha spiegato di aver apprezzato l’idea dell’etichetta ma anche la qualità ottima del vino.

Si tratta di un rosso Igt Isola dei Nuraghi prodotto con le uve raccolte nei vigneti dei 15 soci che hanno ridato vita alla Cantina riunendosi in cooperativa. Sono uve provenienti da vitigni cannonau, bovale sardo, monica e pascale di Cagliari, che nel corso dei secoli si sono rivelati i più adatti per il territorio del Mandrolisai e che danno al Samak un gusto leggermente amarognolo tipico dei vini del luogo.

da Agenzia ANSA del 07-04-2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...