Brescia e il Moretto off limits per i disabili

BRESCIA. L’arte è per tutti? Non sembrerebbe così, almeno secondo quanto denuncia il Comitato “Cittadini come tutti” che evidenzia «l’impossibilità per le persone con disabilità di visitare la mostra “Moretto, Savoldo, Romanino, Ceruti – 100 capolavori dalle collezioni private bresciane”, promossa dalla Provincia di Brescia presso Palazzo Martinengo, in quanto non accessibile per tutta la prima parte del percorso espositivo».
Per il Comitato, nato nel febbraio del 2013 su iniziativa di un gruppo di persone ed associazioni bresciane allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sui diritti di cittadinanza delle persone disabili secondo i principi sanciti dalla Convenzione ONU, e a cui aderiscono le Associazioni Aias (Ass. Italiana Assistenza Spastici); Aism (Ass. Italiana Sclerosi Multipla); Alleanza salute mentale; Anffas(Ass. Famiglie persone con disabilità intellettiva e relazionale) , Diabete Brescia, Slow time , Uici (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti), Uildm (Unione Italiana Lotta Distrofia Muscolare) è «inaccettabile e discriminatoria la scelta di allestire una mostra di tale rilevanza in ambienti che non sono fruibili da tutta la cittadinanza». (red)

da QuiBrescia.it del 13-04-2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...