Ovunque senza barriere L’elenco dei sogni. Possibili

Esperienze sensoriali in Cappadocia, safari in Sudafrica, Botswana. I tour operator specializzati in viaggi per persone con disabilità.

di Carlotta Lombardo

Viaggiare con i sensi. Ascoltando i suoni della natura e toccando le opere dell’uomo quando, a mancare, è la vista. A bordo di jeep fornite di sollevatori e carrozzine al posto dei sedili se, invece, il desiderio è quello di partecipare a un autentico safari africano ma la disabilità è di tipo motorio. Oggi viaggiare senza barriere è possibile con i tour operator specializzati in viaggi per persone con disabilità: alla ricerca dei Big Five della savana o con i dervisci della Turchia, a mollo nel Mar Morto o in Canada sulle orme dell’orso bruno.

Esperienze impossibili solo fino a ieri, ora alla portata di molti grazie alle proposte pensate e confezionate da chi, al viaggio su misura, si dedica anima e corpo. «Ci sono tanti modi per conoscere un Paese – spiega Enrico Radrizzani, ideatore de La Compagnia del Relax, portale di promozione turistica e culturale che privilegia i viaggi lenti -. Il mio è quello di affrontare il viaggio con calma. Dopo 10 anni di esperienze di questo tipo, in cui abbiamo avuto persone ipo e non-vedenti, ho imparato che la Cappadocia è perfetta da esplorare con il tatto, l’udito e il gusto». Dalla Turchia, dove si è trasferito, Radrizzani organizza viaggi esperienziali (cioè a contatto con i locali) in Armenia, Oman, Uzbekistan e viaggi sensoriali in Cappadocia per non vedenti, aperti però a tutti. «In questo viaggio – spiega – porto a conoscere i dervisci mentre recitano la “sema”, la messa con musiche, canti e danze mistiche ispirate al movimento dell’universo; il plus è che si può parlare con loro e toccare i vestiti mentre danzano. Ad Avanos, centro di produzione ceramica, si sperimenta l’arte dei vasari apprendendone le tecniche attraverso il tatto, dalla realizzazione del disegno sulla superficie grezza alla smaltatura, liscia e lucida. Uno dei momenti più affascinanti? Il viaggio in mongolfiera: la percezione del vuoto, l’ascesa e la sospensione sono esperienze ricchissime per i sensi». Prima del volo, la guida porta i partecipanti a toccare il cesto e a capirne il funzionamento, ma esperienze sensoriali si vivono anche nelle enoteche e nelle cucine delle abitazioni, nelle scuole di tappeti con le tessitrici che insegnano a riconoscere lane, cotoni e sete con il tatto e l’olfatto, e nei camini di fata, dove si dorme in stanze scavate nella roccia (8 giorni, 960 euro, min. 12 partecipanti, http://www.lacompagniadelrelax.net).

Dall’Oriente al Continente Nero con Impronte Wilderness Safari, tour Operator specializzato in safari in Africa, anche senza barriere. Sudafrica, Botswana, Namibia, Tanzania; si va dalla settimana organizzata alle spedizioni personalizzate. «Non esistono limiti per chi vuole conoscere l’Africa vera – spiega il titolare Carlo Sebastiani -. Le nostre proposte variano a seconda del grado di abilità motoria; disponiamo di un team di autisti, cuochi, aiutanti di campo, guide. Selezioniamo alberghi con rampe di accesso, bagni con maniglie e docce predisposte ad accogliere le sedie a rotelle, ma anche campi tendati per dormire nella boscaglia in tutta tranquillità, con ampie tende per manovrare la carrozzina e sostegni studiati ad hoc. Di giorno, safari con jeep speciali. Ma in Sudafrica portiamo anche in barca a vela o nelle cantine della wine route». (www.iwsafari.com, 8 giorni a Capetown da 1.500 euro; 14 giorni in Botswana e Namibia da 4.450 euro). Ricco anche il catalogo della Compagnia dei Viaggiatori: non viaggi adattati alle necessità dei portatori di handicap, ma esperienze ad hoc per esaudire sogni e rincorrere passioni: dalle radici della storia in Israele alla grande natura del Canada, alla Cina del futuro (www.compagniadeiviaggiatori.it).
È accessibile Parigi? Il Louvre è visitabile in sedie a rotelle? E lo sci può essere praticato dai ragazzi disabili? Sono 15 anni che Mondo Possibile, operatore turistico che si occupa specificamente delle persone con problemi di disabilità motoria, è attivo per ridurre barriere architettoniche e mentali (www.mondopossibile.com). Luigi Passetto, fondatore di Lp Tour (www.lptour.it) organizza con successo tour per ciechi, paraplegici, celiaci, sordi e pazienti in dialisi. Il segreto? Non pensare che i disabili abbiano problemi ma esigenze particolari, da soddisfare come quelle di chiunque altro.

da Il Corriere della Sera del 28-04-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...