I non vedenti diretti in Gran Bretagna sugli aerei Meridiana possono portare il loro cane

OLBIA. Meridiana diventa la prima compagnia aerea italiana autorizzata al trasporto nel Regno Unito di passeggeri non vedenti accompagnati dal proprio cane guida. L’autorizzazione è arrivata nei giorni scorsi. Da ora in avanti dunque i non vedenti potranno imbarcarsi sui voli Meridiana diretti in Gran Bretagna con il loro cane al seguito. «È un grande risultato ed un ulteriore passo in avanti verso una più completa tutela dei diritti dei disabili» commenta Raffaella Bellu, responsabile della Lega Arcobaleno, l’associazione che si batte per i diritti dei disabili.

«Viene finalmente superato un problema assurdo – spiega – che riguardava la normale mobilità dei non vedenti accompagnati dal proprio cane guida creato da alcune norme inglesi che di fatto spingevano all’utilizzo esclusivo di alcuni limitati vettori aerei. Dopo aver affrontato prima la burocrazia italiana, e poi, quella più impegnativa del Regno Unito, Meridiana è riuscita ad essere accreditata tra le compagnie autorizzate nell’ambito del ‘Pet Travel Schemè britannico e, prima in Italia, ottenendo un importante risultato».

La Bellu, che oltre ad essere referente della Lega Arcobaleno è anche dipendente di Meridiana, sottolinea che si tratta di «un’importantissima battaglia vinta da tutti a favore di tutti» e come «fosse inconcepibile che nessuna compagnia italiana avesse potuto fino ad oggi far volare verso il Regno Unito passeggeri disabili con questo tipo di esigenze».

Tutto è nato quando un non vedente in procinto di partire da Napoli per Londra per fare visita ai propri cari in occasione della Pasqua, ha scoperto che la compagnia non poteva accettare la prenotazione perchè non autorizzata dal Governo inglese al trasporto del cane da assistenza. A quel punto Meridiana si è messa in moto riuscendo, in breve tempo, a risolvere il problema. «Con questa nuova qualificazione di Meridiana – conclude la Bellu – si riesce a dare maggiore speranza a chi, pur avendo nel bagaglio la propria disabilità, non rinuncia all’autonomia e alla possibilità di viaggiare».

da La Nuova Sardegna del 02-05-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...