“Nuovi Musei? Inaccessibili ai disabili”

REGGIO. «Il Palazzo è stato visitato negli ultimi 9 giorni da poco meno di 14mila persone, fra cui diversamente abili, e non è pervenuta alcuna segnalazione di disservizi». Dal Comune replicano alle accuse della Prampolini, ribattendo punto su punto ogni contestazione.
ACCESSO DISABILI. «Come da anni, è garantito attraverso il campanello. Nei prossimi giorni, verrà messo in funzione un videocitofono, collegato a sua volta con gli operatori dei museo, all’ingresso per disabili tra via Secchi e via Spallanzani, consentendo un ingresso più diretto».
ASCENSORI. «Il nuovo intervento ha introdotto un doppio sistema di ascensori per i tre livelli. Il raggiungimento della sezione dedicata a Gerra sarà possibile ai diversamente abili con la prevista installazione di un sistema servo-scala». ALLARMI. «Gli allestimenti, fra i quali quello che espone la Venere di Chiozza, sono dotati di impianti». PARCHEGGI. «Lo stallo è stato spostato e verrà ridisegnato, non appena le condizioni meteo lo consentiranno, a pochi metri di distanza in via Nobili. Posti per disabili sono presenti in via Filippo Re. Le persone disabili possono parcheggiare gratuitamente negli stalli blu, a pochi passi dal Palazzo».
«I rinnovati Musei civici sono blindati per i portatori di handicap, ma non per i ladri». Questo il sintetico giudizio del candidato sindaco del centro destra, Donatella Prampolini, dopo la visita di ieri mattina a palazzo San Francesco per verificare la presenza di barriere architettoniche. «La nostra visita – ha detto Prampolini – ha fatto emergere anche problemi di sicurezza, soprattutto per i locali in cui è esposta la Venere di Chiozza». Il sopralluogo non è partito con il piede giusto per la candidata del centrodestra, accompagnata da membri della sua lista civica, che hanno cominciato a fare domande e scattare foto per documentare la situazione. Un’attività che non è passata inosservata, racconta Prampolini «con una delle responsabili che è intervenuta chiedendo spiegazioni sia sulle domande, sia sull’utilizzo delle foto, sottolineando che le fotografie erano permesse solo su autorizzazione. Non ci è stato impedito di fare le foto, ma la visita ha creato qualche preoccupazione e stavamo uscendo quando è arrivato il dirigente Massimo Magnani». Secondo Prampolini, «nell’accesso riservato ai disabili in via Secchi sono stati aboliti gli stalli per le auto dei portatori di handicap e quelli per i residenti. Inoltre sulla porta di accesso è affisso un cartello con la scritta “non suonare il campanello e rivolgersi all’entrata di via Spallanzani”, dove però ci si trova di fronte a tre gradini, per cui per farsi notare occorre fischiare. Problemi ci sono anche all’interno del museo, dove l’ascensore dedicato ai disabili arriva solo fino al secondo piano, rendendo inaccessibile la sezione in cui è ospitata la collezione Gerra». Ma, accanto alle segnalazioni sull’accessibilità, la candidata lancia anche l’allarme sulla sicurezza. È il caso, spiega ancora Prampolini, della Venere di Chiozza, per anni non esposta per questa ragione, ma che è posizionata in un locale privo di telecamere e di sensori perimetrali alle finestre e alla porta di emergenza. La statua è all’interno di una cassaforte con vetri antisfondamento, ma di notte, in una sala priva di allarme, non sarebbe difficile forzarla». La vigilanza è esercitata dai volontari: «Riteniamo sia opportuno mettere in sicurezza la statua o posizionarla in una zona maggiormente protetta. Questo è il risultato di un Pd che per propaganda elettorale continua a completare in modo frettoloso opere pubbliche da tempo in attesa di essere ultimate». (r.f.)
da La Gazzetta di Reggio del 14-05-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...