Siracusa, Nasce il progetto “Siracusa per tutti”…

SIRACUSA. Nella giornata di ieri, alle ore 16.30, si è tenuto, presso la Capitaneria di Porto di Siracusa, il 1° tavolo aperto di ascolto e confronto per progettare come rendere più accoglienti i siti balneari ed il centro storico di Siracusa. Un’ esperienza di confronto per la realizzazione di un metodo turistico-culturale innovativo. Un progetto di sviluppo locale e territoriale basato sull’ospitalità accessibile ed ecosostenibile a Siracusa e provincia.

Insieme per una Siracusa più accessibile per tutti. Questo il progetto promosso dalla prof.ssa Bernadette Lo Bianco – esperta di turismo e cultura accessibile e membro ENAT ed ideatrice dei percorsi turistici anche in lingua dei segni nel sud est della Sicilia – in collaborazione con FIABA, il Comune di Siracusa, il Lions Club Siracusa Eurialo, la Capitaneria di Porto di Siracusa ed associazioni culturali e di concerto con i rappresentanti delle categorie cui detto progetto è destinato (ENS, Unione Ciechi, MAC, Associazioni Disabili), nasce per rendere il centro storico di Siracusa ed i siti balneari della provincia di Siracusa più accessibili a tutti.

Tale obiettivo verrà raggiunto attraverso il metodo di coinvolgimento di tutta la cittadinanza che, attraverso la costituzione di gruppi di lavoro composti dalle sue professionalità (architetti, ingegneri, informatici ecc.) e da persone con esigenze specifiche, individuerà soluzioni idonee a rendere accessibili ed accoglienti i siti sopra indicati.

Innanzitutto, si provvederà a mappare il centro storico ed i suoi principali monumenti, il litorale e le strutture turistiche al fine di selezionare quelle che garantiranno la maggiore accessibilità, creando dei percorsi “dedicati” in base alle esigenze specifiche. Contemporaneamente, si farà promozione – anche attraverso il portale “Siracusa Turismo” – di un nuovo modo di intendere turismo, come inclusione e non come esclusione. Finalmente si cercherà di realizzare fatti concreti nell’ambito delle fruibilità del patrimonio artistico e culturale di Siracusa e si cominceranno a muovere i primi passi nel sistema di un turismo sociale per affiancare le persone con esigenze specifiche nei loro bisogni e riuscire a coinvolgerle nelle tante bellezze di Siracusa e della sua provincia. Per rendere le spiagge pienamente fruibili anche alle persone con disabilità, si realizzeranno dei servizi dedicati che faranno degli stabilimenti balneari un’avanguardia nel settore del turismo accessibile.

In virtù ed attuazione di questo progetto le spiagge si doteranno non solo dei necessari servizi per le persone disabili (scivoli all’ingresso, servizi igienici dedicati) ma anche di una serie di altri strumenti che possono renderle davvero alla portata di tutti. Si acquisteranno, quindi, sedie a ruote speciali (jobs) che permetteranno alle persone che hanno difficoltà motorie sia di entrare in acque che di muoversi nel bagnasciuga. All’ingresso degli stabilimenti saranno installate delle pedane tattili che consentiranno alle persone cieche di orientarsi in autonomia negli spazi e scoprire tutti i servizi.

Infine, verranno previste le passerelle in materiale eco-compatibile per spostarsi facilmente e raggiungere tutti i diversi luoghi della spiaggia. La spiaggia ed i beni culturali sono luoghi magnifici che tutti amiamo; sono beni comuni: proprio per questo devono essere davvero accessibili a tutti perché tutti possano goderne la bellezza e viverla in un clima rilassato e piacevole. Il progetto “Siracusa per tutti” indica non solo l’accessibilità dei luoghi d’arte, di cultura e di mare, ma stimola e promuove la programmazione di attività in linea con i temi del turismo inclusivo-sostenibile, sempre più paradigma del futuro sviluppo turistico della regione Sicilia.

Erano presenti ieri pomeriggio: prof.ssa Bernadette Lo Bianco (esperta di turismo e cultura accessibile per la Sicilia per FIABA e membro ENAT), Comandante C.V. Domenico La Tella e Comandante in seconda C.F. Ernesto Cataldi (Comandante e Vice Comandante della Capitaneria di Porto di Siracusa), arch. Lilia Cannarella (Presidente Ordine degli Architetti), arch. Francesca Pedalino (Officine Archimedee), arch. Nadia Trovato e dott.ssa Elena Savatta (Associazione a Regola D’Arte progetti e ricerca), Ivan Scimonelli (Presidente Circolo della Vela Lakkios), Rossana La Monaca e Concetto Gallia (Associazione ASTREA in memoria di Stefano Biondo), Massimo Gozzo (Presidente INBAR Siracusa – bioarchitettura), Giacomo e Samuel Marchese, arch. Irene Tranchina (IS Now), archeologa Elena Flavia Castagnino Berlinghieri (Compagnia del Selene, FILDIS IFUW), prof.ssa Maria Rosa Malesani (Italia Nostra), dott. Sebastiano Giudice (Presidente Lions Club Siracusa Eurialo), geom. Santo Gallo (Segretario Lions Club Siracusa Eurialo), prof. Carmelo Cappuccio (Lions Club Siracusa Eurialo).

Riproduzione riservata ® – Termini e Condizioni

da SiracusaNews del 28-05-2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...