“Special Olympics” a Spezia Mille cuori oltre l’ostacolo

LERICI. Hanno scosso il cuore di molti, le parole di Rino Crisci, alla presentazione degli Special Olympics, che prenderanno il via venerdì sera con una grande cerimonia. «Anch’io ho dei problemi ha detto candidamente, seduto al tavolo con tante autorità, alla conferenza stampa a Villa Marigola di ieri pomeriggio , ma perché non aiutare chi ha più bisogno di me?». Salvatore, diversamente abile, è addetto stampa dell’Anfass, impegnato nella divulgazione di particolari argomenti anche tramite TeleLiguriaSud, nonché atleta che, come lui stesso ha ricordato con orgoglio, ha vinto due medaglie d’oro nella scorsa edizione dei Giochi («e quest’anno sono pronto per il tris!»). Con una frase bellissima, ha spiegato perché, ad un certo punto della sua vita, è stato coinvolto in questo progetto speciale. Complimenti Rino, per la tua forza e per essere andato oltre alla solita retorica dei tanti discorsi, che spesso si fanno intorno al mondo della disabilità, in queste occasioni. Merito, ovviamente, ad Alessia Bonati, autentico motore’ e responsabile regionale Special Olympics e a tutto il suo staff, che ha dato la possibilità a tanti ragazzi speciali, di partecipare e vincere. I XXX giochi nazionali estivi vedranno una grande serata di gala, quella di dopodomani, con ospiti d’onore Ron, Francesco Baccini, Dario Vergassola, Loredana D’Anghera e i testimonial sportivi Yuri Chechi, Stefano Mei e Maurizia Cacciatori. Si inizierà alle 20.20 al campo sportivo Montagna, messo in ordine per l’occasione, mentre il 22 giugno, la chiusura avverrà nella splendida cornice di Porto Venere. La nostra città ospiterà gli atleti che gareggeranno nell’atletica leggera e nel calcio al Montagna; poi pallavolo unificata al Pala Don Bosco, ginnastica artistica e ritmica alla palestra del 2 Giugno e bowling all’Happy Land di Santo Stefano. Parteciperanno circa 1000 atleti con e senza disabilità. Ma alla manifestazione, con main sponsor Carispezia – Gruppo Cariparma Crédit Agricole, presenzieranno anche 250 tra dirigenti e tecnici, 1000 famigliari e 600 volontari, tutti con l’obiettivo di unire la valorizzazione della disabilità intellettiva come risorsa per la società, alla capacità di generare una ricaduta positiva a livello turistico.

di Marco Magi

da  La Nazione del 18-06-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...