Barriere architettoniche abbattute in centro

CERVIGNANO. Il capoluogo della Bassa friulana dice addio alle barriere architettoniche. Il Comune ha provveduto ad eliminarle definitivamente in molte zone del centro, per esempio via Udine e via XX settembre. «Un investimento di civiltà», lo definisce il sindaco Gianluigi Savino. L’intervento, chiesto a gran voce dai cittadini, è stato effettuato nell’ambito del progetto “Pedibus”, ormai quasi ultimato, che prevede la realizzazione di alcuni percorsi pedonali protetti che, in parte, modificheranno l’assetto urbano della cittadina nell’ottica di favorire la mobilità pedonale. L’obiettivo è anche quello di aumentare la sicurezza degli studenti che devono raggiungere gli edifici scolastici a piedi. L’amministrazione specifica che, dove sono stati collocati gli abbassamenti delle rampe, sono stati posizionati anche alcuni dispositivi loges per i non vedenti. «Le rampe – spiega Savino – sono state realizzate dove sono ancora presenti scalini o barriere architettoniche che compromettono il transito delle persone portatrici di handicap. Ho lavorato per tre anni con una persona disabile e mi sono reso conto personalmente di tutti i disagi che questi cittadini vivono ogni giorno. Si tratta di impedimenti gravi che rendono veramente difficile la loro deambulazione quotidiana. In questo senso è necessario un impegno da parte di tutti gli amministratori». Savino aggiunge: «Dobbiamo vedere questo tipo di interventi nelle nostre città come una possibile soluzione di problemi che sono a dir poco necessari per tante persone, anche se sembrano scontati. C’è ancora molto da fare, ma è un inizio e, come dicevo, un grande investimento di civiltà». Per il progetto sono stati spesi 120 mila euro: una parte per creare percorsi sicuri e una parte per abbattere le barriere architettoniche. Grazie a “Pedibus”, oltre alla segnaletica orizzontale e verticale, sono stati anche allarganti e messi in sicurezza alcuni marciapiedi della cittadina friulana. Tutti i percorsi pedonali saranno segnalati e illustrati. L’amministrazione, inoltre, provvederà a sensibilizzare le famiglie e gli studenti. Sarà distribuito materiale informativo in tutte le scuole. Oltre alla realizzazione di azioni infrastrutturali finalizzate alla messa in sicurezza dei tragitti casa-scuola, il progetto si inserisce in una visione strategica più ampia della mobilità pedonale-ciclabile del territorio. «Abbiamo deciso – conclude l’amministrazione – di incoraggiare la mobilità sostenibile e rendere prioritarie queste tematiche nella stesura degli strumenti di pianificazione».

di Elisa Michellut

da Il Messaggero Veneto del 26-06-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...