Spiaggia di Nemo Jesolo diventa a misura di disabile

Inaugurata la nuova area attrezzata davanti all’ospedale Il presidente Zaia: «Modello da replicare su tutto il litorale».

JESOLO. Una spiaggia per i disabili e fatta su misura per loro. L’Asl, in collaborazione con Jesolo Turismo, ha presentato ieri la “Spiaggia di Nemo”, dedicata al pesciolino con una pinna più piccola che faticava a nuotare nel celebre cartone animato. Davanti all’ospedale, nel tratto che prima era libero, una spiaggia attrezzata che non vuole essere un “ghetto”, come ha chiesto anche Ennio Biliato, presidente dell’associazione dei diversamente abili Anglat, ma un punto di partenza in quanto ogni spiaggia a Jesolo è accessibile ai diversamente abili che cercano di integrarsi. Vogliono poter accedere senza ostacoli, fare il bagno, prendere il sole e anche guardare qualche bellezza sul mare. Ieri alla presentazione ufficiale, il presidente Luca Zaia («un modello da replicare in modo da rendere tutto il litorale attrezzato su questo esempio»), la presidente della Provincia, Francesca Zaccariotto, il presidente della conferenza dei sindaci per la sanità, Luciano Striuli, con il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia e il direttore Asl 10 Carlo Bramezza che l’ha fortemente voluta. Sono a disposizione 56 ombrelloni in ampie piazzole, docce, servizi igienici e cabine accessibili anche con la presenza di ausili per la mobilità. Viene inoltre offerto un parcheggio auto gratuito sul fronte spiaggia. «L’utilizzo della spiaggia», ha spiegato il presidente della Jesolo Turismo Luca Boccato, «è riservato dal lunedì al venerdì, in via prioritaria, ad associazioni e centri diurni per disabilità fisica. Le associazioni e i centri diurni potranno usufruire della spiaggia per 5 più 5 giorni continuativi o separati per un massimo di due settimane nell’arco dell’intera stagione turistica». Nei giorni festivi e prefestivi la spiaggia è riservata alle famiglie, un diversamente abile e due accompagnatori per ombrellone a titolo gratuito per un massimo di otto giorni complessivi. Per avere diritto all’accesso in spiaggia, solo per i privati, è necessario che il richiedente dichiari il possesso della certificazione della legge 104/92, situazioni di riconosciuta gravità. Per l’accesso alla spiaggia di Nemo è necessario registrarsi ed effettuare la prenotazione dell’ombrellone attraverso il sito http://www.jesolospiagge.it. Il personale Asl, dopo la consegna di un documento d’identità, consegnerà una chiave che permette l’apertura della sbarra per l’accesso all’area di sosta riservata nonché all’apertura del cancello per l’ingresso in spiaggia.

di Giovanni Cagnassi

da La Nuova Venezia del 08-07-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...