Velocita’ mondiale nei 100 donne

PADOVA. Non gli uomini, ma le donne più veloci al mondo saranno protagoniste nella 28. edizione del Meeting Città di Padova. Carmelita Jeter è infatti il nome più importante del cast che scenderà sulla pista dell’Euganeo domenica dalle 18.30 (con le gare under 23 proprio dei 100 metri).
Protagonista della sfida tra giamaicani e statunitensi nella velocità al maschile come al femminile degli ultimi anni, Jeter è stata argento nei 100 e bronzo nei 200 ai Giochi Olimpici di Londra, dove si è rifatta con la nazionale a stelle e strisce vincendo la 4×100 con il record mondiale di 40″82. Carmelita Jeter è anche la seconda donna più veloce al mondo, visto che il suo 10″64 ottenuto nel 2009 a Shanghai è il secondo tempo di sempre dopo il record del mondo di Florence Griffith (10″49).
A dare la caccia al primato del mondo sarà invece Martina Caironi, oro mondiale e olimpico nei 100 metri per amputati (T42) che all’Euganeo proverà infatti a dare la caccia al record iridato della categoria T42. Sarà lei la stella della gara paralimpica, appunto i 100 femminili, che anche quest’anno l’Assindustria ha voluto inserire nel cartellone del Meeting.
Un programma che è stato svelato nel dettaglio ieri a Palazzo Moroni, nella presentazione ufficiale cui hanno preso parte Cinzia Rampazzo, assessore allo sport di Padova, Federico de’ Stefani, presidente di Assindustria, Gianfranco Bardelle, presidente del Coni regionale, Dino Ponchio, consigliere del presidente federale Giomi, Paolo Valente, presidente della Fidal regionale, Rosanna Martin, presidente provinciale, e Antonella Munaro per la Fispes e il Cip.
«Bisogna fare un elogio agli organizzatori – ha detto Cinzia Rampazzo – per la dedizione e la volontà di tenere viva questa tradizione». «In un momento in cui molti meeting soffrono – ha sottolineato de’ Stefani – Padova continua ad esserci. Quest’anno per la data scelta sarà anche un importante momento di avvicinamento in vista degli europei di Zurigo di agosto». Tra pista e pedane ci saranno infatti 28 azzurri, grazie alla collaborazione con la Fidal nazionale che non si è ancora concretizzata, come era nei programmi, in un circuito di meeting, ma che a Padova si consolida.
Tra gli azzurri non ci sarà nel triplo Daniele Greco. «Abbiamo scelto, a malincuore, di gareggiare a Parigi, in Diamond League, sabato per un confronto di altissimo livello internazionale» ha spiegato Sergio Baldo, direttore tecnico delle Fiamme Oro.
Grande attesa invece per Assunta Legnante. Proprio venendo a gareggiare a Padova, nel 2009, la pesista campana aveva scoperto i suoi problemi agli occhi. Primatista mondiale paralimpica tra gli ipovedenti, domenica Legnante tornerà all’Euganeo per provare a centrare il minimo per Zurigo.

da Il Gazzettino del 05-07-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...