Visite in Lis e per non vedenti al Museo delle scienze di Trento

Interpreti Lis e operatori formati saranno le guide dei percorsi sensoriali ideati per conoscere il Muse, tra evoluzione, ambiente glaciale e serra tropicale. Perché la scienza e la natura siano accessibili a tutti.

TRENTO. Visite guidate in Lis (lingua italiana dei segni) e per le persone non vedenti o ipovedenti. È la grande novità offerta dal Muse (www.muse.it), il museo delle scienze trentino pronto a festeggiare il primo compleanno nella sua nuovissima veste firmata Renzo Piano: “Vogliamo che tutti possano apprezzare la bellezza della struttura e i suoi contenuti, perché la passione per la scienza, la natura e l’arte è universale e non conosce barriere fisiche o sensoriali”, spiega Samuela Caliari, responsabile area programmi. Nel polo museale, nulla è in vetrina e tutto si può toccare: “Al tocco si viene educati, per accarezzare nella maniera corretta. Per implementare l’offerta abbiamo anche aggiunto una parte a uso didattico”. Due proposte sviluppate in collaborazione con la Cooperativa sociale Irifor, centro di prevenzione e riabilitazione visiva) e con l’associazione Abc Onlus che si occupa del superamento delle barriere della comunicazione tra persone sorde e mondo esterno.

I visitatori sordi potranno contare su un interprete Lis a disposizione che racconterà il museo e risponderà a ogni domanda: “I temi trattati saranno quelli riguardanti la storia e l’evoluzione della vita, la natura alpina e la serra tropicale”, racconta Caliari. L’appuntamento è per il primo sabato del mese alle 11, e per il terzo martedì alle ore 15. Serve prenotare con una settimana di anticipo, con 2 se si preferiscono orari e giorni non standard. Per ciechi e ipovedenti sono stati sviluppati percorsi sensoriali volti alla valorizzazione dell’esperienza di scoperta del museo. “Una ventina di operatori Muse sono stati adeguatamente formati, pronti a guidare i visitatori in un’esplorazione basata sul tatto. Sono stati scelti reperti originali e ricostruzione dell’esposizione permanente”. I percorsi riguarderanno la serra tropicale, l’ambiente glaciale, il bosco e la nascita delle Dolomiti da un punto di vista geologico. Le visite, in questo caso, sono in programma il primo martedì del mese alle 15 e il terzo sabato del mese alle 11: meglio prenotare, perché tutto sia organizzato al meglio. “Abbiamo portato avanti numerose sperimentazioni, che ci hanno aiutato a migliorare il nostro obiettivo. Per noi i feedback sono fondamentali, perché la percentuale di miglioramento c’è sempre, e i problemi devono essere risolti. Per questo contiamo molto anche sui futuri visitatori: abbiamo già ricevuto moltissime prenotazioni. Anche la nostra festa di compleanno, il 19 luglio, sarà accessibile a tutti in ogni sua parte, musica e discorsi inclusi”. Per prenotare, 848 004 848 o 0461 228502, mail a prenotazioni@muse.it

Percorsi riservati alle persone con disabilità sono organizzati anche nelle sedi territoriali del Muse. Per venerdì 8 agosto al Giardino botanico alpino alle Viote del Monte Bondone è organizzato ‘Conoscere le piante al buio’, una sfida alle conoscenze botaniche dei visitatori, un allenamento per tatto e memoria. Per tutto il giorno sarà a disposizione il ‘Bar al buio’ per assaggiare, in totale oscurità, cibi e bevande a base di piante del giardino. Il Museo geologico delle Dolomiti di Predazzo, invece, in collaborazione con Sportabili di Predazzo organizza visite guidate, laboratori didattici ed escursioni adatti anche a disabili e non vedenti. (ambra notari)

da Redattore Sociale del 11-07-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...