Cimitero inaccessibile ai disabili

CONEGLIANO. Il cimitero comunale è inaccessibile ai disabili. Tra gradini, ghiaino e loculi posti in alto, il camposanto di San Giuseppe è pieno di barriere architettoniche. Per i disabili, gli anziani, le persone in carrozzina o chiunque abbia difficoltà di deambulazione, buona parte del camposanto è off limits. Ad evidenziarlo è la stessa Conegliano servizi, società municipalizzata che ha in gestione i servizi cimiteriali.
All’ingresso è posto un cartello che avvisa «gli utenti diversamente abili qualora volessero raggiungere i loculi sopraelevati dovranno contattare l’ufficio di competenza. Sarà cura del personale agevolare l’accesso ai loculi in conformità alle singole esigenze nonché alla fattibilità dell’intervento». L’11 giugno scorso inoltre Conegliano servizi ha presentato all’amministrazione comunale un progetto per l’abbattimento delle barriere architettoniche, ravvisandone la necessità. «Se andiamo a considerare il numero di fosse e loculi visitabili attualmente – si legge nella relazione progettuale – il cimitero del capoluogo risulta per la maggior parte non accessibile. La non accessibilità è determinata da molti fattori anche se sostanzialmente riconducibili alla presenza di porticati con camminamenti a 1 metro dal piano campagna raggiungibili attualmente solo con scale». L’accesso è più agevole nelle zone centrali dei campi e delle tombe di famiglia anche se, ravvisa la società, «i percorsi presentano per la maggior parte un fondo in ghiaino che non è adatto allo spostamento di carrozzine o di persone anziane». Per non parlare dei servizi igienici che qualcuno ha definito da terzo mondo. Nel progetto, Conegliano Servizi nota inoltre che «la mancanza di accessibilità si somma ad alcune carenze nella segnaletica di indicazione, alla mancanza di panchine e all’assenza dei parapetti su tutti i blocchi loculi. Un quadro che sommato alle necessarie ristrutturazioni legate ai già noti cedimenti strutturali non è per niente positivo». Per abbattere le barriere architettoniche e rendere il cimitero accessibile servono 41 mila euro. Da anni in ballo c’è un progetto da 8 milioni di euro per la ristrutturazione e la realizzazione del forno crematorio.
da Il Gazzettino del 16-07-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...