Disabilita’, la denuncia della Fondazione Valenzi: da”Napoli e’ inaccessibile”

NAPOLI. Napoli città inaccessibile per le persone con disabilità. “Strade sconnesse, buche, disagi per la normale viabilità che pesano su tutta la popolazione, figuriamoci poi per le persone costrette in carrozzella come me”. A denunciarlo è Lucia Valenzi, presidente dell’omonima Fondazione, impegnata nel sociale e nella cultura nata in memoria del sindaco di Napoli Maurizio Valenzi, promotrice in questi giorni di una campagna per rendere accessibile la nuova linea metropolitana che collega piazza Garibaldi a Piscinola. “Della vecchia linea metropolitana non parliamo proprio perché è completamente inaccessibile. Per la linea 1, invece, è tutto predisposto per agevolare il passaggio e l’arrivo ai treni”. Il problema, però, è che la metropolitana, predisposta per accogliere i disabili e dotata di ascensori, manca della cosa più importante, ovvero lo scivolo che dovrebbe permettere loro di attraversare la banchina e salire a bordo del treno. “Un paradosso – spiega la Valenzi – lo scalino è troppo alto, il treno non è a livello della banchina”. Una soluzione ci sarebbe ed è stata proprio la Valenzi, insieme a una piccola rappresentanza di disabili, a individuarla a febbraio, dopo una serie di riunioni con il direttore del trasporto della società Metropolitana di Napoli, Orrazzo.

“Mesi fa avevamo concordato di fare una cosa molto semplice – spiega Valenzi – Acquisire scivoli di legno, adattabili ai vari dislivelli e in commercio a un costo molto basso, che vanno appoggiati al momento del bisogno, vale a dire quando arriva un disabile che deve salire sul treno e ne dà segnale al conducente. Sarà poi il disabile a comunicare a quale fermata scendere, chi di dovere dovrà raccogliere la tavola e rimetterla in cabina”. L’accordo risale a febbraio, ma ad oggi le tavolette non sono arrivate. “Abbiamo sensibilizzato il sindaco di Napoli – continua – che, devo riconoscere, ci ha prontamente risposto, sollecitando i vertici della Metropolitana e mettendosi a disposizione anche per studiare soluzioni alternative”. Nei giorni scorsi la Valenzi si è anche rivolta alla stampa locale, ottenendo come risposta dalla società Metropolitana di Napoli la promessa di risolvere il problema entro fine settembre. “Aspettiamo – dice Lucia Valenzi – ma se non succede nulla, torneremo alla carica”.

Ma l’inacessibilità del capoluogo campano passa anche attraverso altri ostacoli, dagli scivoli sui marciapiedi bloccati dalle auto e i motorini in sosta, alle difficoltà che i disabili incontrano tutti i giorni sul loro cammino, fino ad arrivare all’impossibilità di utilizzare i mezzi di trasporto della città. “Fatta eccezione per alcune funicolari – spiega Lucia Valenzi – l’accessibilità dei mezzi pubblici è pari a zero. Penso agli autobus e i tram che hanno il simbolo dell’accessibilità per i disabili, ma di fatto sono incapaci di portarne a bordo. Si tratta di mezzi dotati di carrozzerie che prevedono scivoli automatici da azionare al momento giusto ma che sono rotti nel 90% dei casi, perché necessiterebbero di una manutenzione che di fatto non c’è. Risultato: nella quasi totalità dei casi i disabili non possono viaggiare sui mezzi pubblici di Napoli”. La situazione, secondo la presidente della Fondazione Valenzi, potrebbe essere risolta, anche in questo caso, molto più semplicemente, prevedendo sistemi di scivolo non elettrici ma manuali. “Non è però solo un problema istituzionale – nota la Valenzi – ma anche di disattenzione, quando non insensibilità, della gente. C’è ancora molto da fare e a vari livelli”. (mn)

da Redattore Sociale del 18-07-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...