Cultura accessibile con “La guida ai musei di Torino” pensata per i non vedenti

TORINO. Uno strumento in più nelle mani dei disabili visivi, che possono avere qualche sorpresa in meno nel momento in cui visiteranno un museo a Torino. L’Apri, in collaborazione con il Centro servizi per il volontariato “Idea solidale” ha presentato ieri la Guida ai musei di Torino, opuscolo sull’accessibilità ai disabili visivi delle realtà espositive della città. La guida, di 72 pagine, contiene 26 schede relative ai musei torinesi che hanno realizzato percorsi tattili, audioguide o ipotesi di visite guidate specificamente rivolte ad un pubblico di persone disabili visive. Si passa dai pannelli con scritte in Braille, a plastici tridimensionali esplorabili con le dita, da opere esposte che possono essere direttamente toccate indossando dei guanti protettivi a opuscoli informativi con figure in rilievo, da supporti sonori con descrizioni mirate alla semplice disponibilità di personale formato ad accompagnare il visitatore non vedente o ipovedente.

La cultura dell’accessibilità museale si sta sempre più diffondendo nel mondo dell’arte e della promozione turistica. Da questa consapevolezza è scaturita l’idea di una guida ragionata, limitata per ora alla Città di Torino, che possa raccogliere e catalogare tutte le iniziative del genere presenti sul territorio cittadino. Uno strumento senz’altro molto utile anche per promuovere il turismo in città, nel momento in cui i tour operator si stanno sempre più attrezzando per dare risposte adeguate alle esigenze dell’utenza disabile che, specialmente nei paesi del nord Europa, sta costantemente aumentando il suo livello di mobilità.

“Un’esposizione è fatta per essere vista – spiega Marco Bongi, presidente Apri – Chi non ha la vista ha problematiche non da poco. Per questo molte strutture si stanno attrezzando con iniziative lodevolissime per rendere accessibili i musei”. “Questo opuscolo è il risultato di un’esperienza decennale di visite, nella maggior parte dei musei cittadini. In questi anni abbiamo avuto modo di conoscere bene le strutture torinesi. Abbiamo riscontrato in tantissimi casi una ottima capacità di accoglienza”, aggiunge Simona Guida, psicologa dell’Associazione Apri. La guida sarà distribuita gratuitamente presso i principali musei torinesi o richiedibile direttamente all’associazione Apri-onlus. Per informazioni apri@ipovedenti.it

da SuperAbile.it del 30-09-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...