In un foto-reportage il racconto della citta’ proibita ai disabili

SANT’ANASTASIA. «Vengo anch’io. No, tu no». Un tormentone mutuato dalla famosa canzone di Jannacci, per rendere l’idea di quella che può essere la vita quotidiana di un disabile in una città dove è difficile – per chi è su una sedia a rotelle, ad esempio – percorrere i marciapiedi, avere accesso alla villa comunale, allo stesso palazzo del municipio. Ne parleranno domani in un convegno pubblico, «Barriere architettoniche, disabili e lavoro», fissato per le 10, 30 alla biblioteca «Giancarlo Siani», Antonio Bianco (segretario del circolo di Rifondazione Comunista «Nello Laurenti»), Raffaele Puzio (responsabile disabilità Cgil Campania), Antonio Ferraro (politiche sociali Prc), Gianluca Di Matola (politiche sociali Prc Sant’Anastasia). Il dibattito sarà aperto a chiunque voglia intervenire ma, cosa più importante, saranno esposte le decine di fotografie che documentano in un triste reportage quanto sia difficile, per chi ha difficoltà di deambulazione, affrontare azioni normali come recarsi in un ufficio del comune o scendere da un marciapiede o decidere di trascorrere un pomeriggio nel parco pubblico. Anche laddove le rampe per le carrozzelle esistono sono trascurate, o costruite male e spesso non a norma di legge. Gli spazi riservati per il parcheggio sono spesso occupate da auto che di disabili non sono.
«La prima barriera da abbattere è l’indifferenza – dice Gianluca Di Matola – i temi del dibattito saranno quelli che rendono la vita di noi disabili un vero inferno, ovvero il mancato rispetto delle leggi sulle barriere architettoniche, sull’inserimento lavorativo per le categorie protette, e mi astengo dal commentare quel ”protette”, e sulla questione prettamente sociale come le difficoltà di integrazione nel tessuto cittadino, fin troppo spesso ostacolata dallo scarso intervento delle istituzioni». Istituzioni che non compaiono nel parterre di relatori. «Ringrazio gli amici di Rifondazione Comunista e li invito a fornirmi documentazioni e reportage, in città c’è molto da migliorare sotto questo aspetto e lo faremo sicuramente e presto, tenendo in debito conto le istanze che emergeranno dal convegno di domani» ha promesso però il sindaco Lello Abete.

di Daniela Spadaro

da Il Mattino del 04-10-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...