“Disabili, Mediopadana inaccessibile”

REGGIO EMILIA. Una città a ostacoli, più che pensata per le persone. Certamente, non per i disabili. È questo ciò che emerge dalla passeggiata fatta dal sindaco, alcuni amministratori locali e dagli studenti di ingegneria, l’altra mattina, per le vie del centro di Reggio mettendosi nei panni dei portatori di handicap. Un passo significativo, certamente, per toccare con mano quelle che sono le difficoltà che ogni giorno è costretto a sopportare chi non vede, non sente o si muove su una carrozzina. «È stata una giornata molto importante spiega Vincenzo Tota, presidente provinciale Fand (Federazione associazioni nazionali disabili) . È stato bello perché hanno potuto verificare di persona i posti inaccessibili. E il nostro sindaco ha finalmente ammesso che il Municipio non è accessibile. Poi ci sono i Musei Civici, palazzo Magnani, il perimetro di piazza Prampolini (pericolosissimo), la caserma Zucchi, tutti i trasporti locali… » Uno su tutti, però, fa gridare allo «scandalo». «LA STAZIONE Mediopadana spiega l’ex presidente del comitato paralimpico reggiano non è assolutamente accessibile. Ci sono gli ascensori, certo. Ma quando arriviamo su e arriva il treno, il vagone forma un gradino di circa 50 centimetri con la banchina». Lo stesso problema che si verifica anche sui vecchi binari di piazzale Marconi. «Quindi, nel caso si voglia proprio andare, si deve prenotare un aiuto, ben dieci giorni prima. E, credetemi, è molto brutto». Umiliante. «Anche chi deve scendere dal treno non ha la certezza che ci sia l’aiuto, quindi preferisce non prenderlo. Molti nostri dirigenti non vengono alla Mediopadana con il treno perché non hanno la sicurezza di scendere». Lo definisce un fatto «gravissimo, assurdo, per un impianto così nuovo» e costato centinaia di milioni di euro. E il bello è che nessuno se ne era accorto fino al giorno dell’inaugurazione, l’8 giugno 2013. «Pensare che mi avevano anche invitato… ironizza Tota Poi quando ho provato a salire sul treno ho dovuto chiamare qualcuno che mi prendesse in braccio. Quindi mi sono avvicinato a Moretti, per fargli presente la situazione, e anche lui è rimasto sorpreso. Allibito». ALTRE magagne arrivano nella sempre nuovissima Caserma Zucchi. «Ancora, dopo la ristrutturazione della ristrutturazione, non c’è il passaggio per i non vedenti e le carrozzine. L’architetto Magnani, che non è venuto alla nostra passeggiata, ci aveva promesso che per aprile sarebbe stato tutto a posto. Stiamo ancora aspettando… » Ma che cosa si intende per accessibilità per un disabile? «Intendiamo che possano entrare ciechi, sordi e chi ha problemi fisici. Deve esistere un percorso dove autonomamente, senza l’ausilio di nessuno, ogni persona possa entrare. Non deve essere necessariamente l’ingresso principale aggiunge . Ma certo la soluzione non può essere quella trovata ai rivisitati Musei civici: c’è un campanello laterale a cui suonare, poi bisogna aspettare che qualcuno venga ad aiutarti. All’interno, poi, c’è un ascensore, ma non riusciamo ad arrivare nemmeno a tutti i piani». Il messaggio è chiaro: «Questa città deve essere concepita in maniera diversa, adatta alla persone. Con il Criba (Centro di informazione regionale sulle barriere architettoniche), formato anche da personale del Comune, abbiamo chiesto un parere preventivo sulle barriere architettoniche di Reggio. Lo studio esiste, ma tutti lo ignorano. La verità è che la disabilità non viene accettata. Il sindaco adesso ci ha promesso un tavolo programmatico con le associazioni storiche; bene. Ma noi chiediamo non più lavori occasionali, rattoppi. Vogliamo una percezione diversa della città: mobilità, passeggio, principio dell’autonomia del percorso». E conclude: «Sa quali sono gli unici punti di Reggio perfetti per noi? Piazza Martiri del 7 luglio e l’università di viale Allegri. È bastato contattare Criba in fase di progettazione dei lavori, che fa persino consulenza gratuita… Troppo difficile?»

di Benedetta Salsi

da Il Resto del Carlino del 06-10-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...