Troppe barriere architettoniche: “Adottate il Peba”

SASSARI. L’acronimo è Peba e si tratta del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche. Un piano che gli enti centrali e locali avrebbero dovuto adottare sin dal 1987, ma è evidente che in Italia solo rari Comuni si sono adeguati adottando appunto il Peba, uno strumento di gestione urbanistica per pianificare gli interventi per rendere accessibili gli edifici e spazi pubblici. La questione è argomento di una mozione presentata da Giuseppe Masala, consigliere comunale del Pd che del tema si occupa sin da quando era stato eletto alla presidenza della Circoscrizione 1. Sassari, nonostante molti interventi realizzati in questi anni, non è una città facilmente percorribile da un disabile in carrozzina, da persone anziane o mamme con passeggino. In realtà, anche chi non ha problemi di deambulazione, talvolta ha difficoltà a salire o scendere da scalinate o marciapiedi. «L’amministrazione comunale – dice Giuseppe Masala -, ha fatto tanto negli anni passati, e alla luce di tutti i lavori fatti in città, ha avuto molta attenzione per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Ci si è mossi però senza una programmazione circostanziata, metodica, sistematica ovvero senza un piano. La città è migliorata, ma presenta ancora tante falle sulle quali abbiamo l’obbligo di intervenire». Il Peba, infatti, contiene la rilevazione e la classificazione di tutte le barriere architettoniche presenti negli spazi pubblici (strade, piazze, parchi, etc.) e negli edifici di proprietà comunale, le proposte per la loro eliminazione, la stima dei costi per gli interventi di abbattimento. Ed è anche lo strumento di programmazione cui riferire le risorse finanziarie disponibili per la realizzazione degli interventi. Inoltre, il Piano è la cornice quadro per il coordinamento delle diverse politiche d’intervento rivolte all’accessibilità e mobilità delle persone disabili, non necessariamente limitate alla realizzazione di opere pubbliche, ma anche rivolte al miglioramento dei servizi prestati (trasporto pubblico, trasporto dedicato, comunicazione e informazione, etc.). Nel 2008 il Comune di Sassari aveva istituito la figura del “referente comunale per le barriere architettoniche”, una figura di raccordo tra l’amministrazione e la commissione Urbanistica comunale. Con una lettera dello scorso settembre, il presidente dell’Anci ha invitato tutti i sindaci ad avviare le attività necessarie per l’adozione nei Comuni dei Peba. E poi, l’abbattimento delle barriere architettoniche è stata indicata più volte dal sindaco Nicola Sanna come una priorità per l’azione della giunta. Insomma, ci sono le volontà, occorre attuare gli interventi. «La concreta fruizione di questo diritto per le persone affette da disabilità – ricorda Giuseppe Masala nella mozione -, sancita dal principio di eguaglianza di cui all’articolo 3 della Costituzione, costituisce lo strumento e la precondizione indispensabile per ciascun individuo per potere esercitare tutta un serie di diritti nonché per integrarsi nell’ambiente sociale». E la stessa Costituzione demanda al legislatore il compito di rimuovere tutti gli ostacoli di ordine economico e sociale che possono ostacolare l’attuarsi in concreto del principio di eguaglianza. È proprio sulla base di questa specifica previsione costituzionale che va inquadrata tutta la legislazione ordinaria in tema di disabilità, compreso l’aspetto della mobilità e il correlato obbligo per la pubblica amministrazione di eliminare le barriere architettoniche. Da qui, la richiesta, da parte del consigliere Masala, perchè il sindaco e la giunta intervengano per giungere all’adozione del Peba, dando un segnale di forte discontinuità sul tema della mobilità dei disabili.

di Vannalisa Manca

da La Nuova Sardegna del 06-10-2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...